best music website hosting

A cura di Camillo Amarante

 

Nelle giornate di sabato 29 e domenica 30 ottobre si è tenuto a Coverciano il raduno “Talent & Mentor” per gli assistenti arbitrali. Un progetto ideato, supportato e coordinato dalla UEFA. L’Associazione Italiana Arbitri ha aderito al programma a partire dalla Stagione Sportiva 2009-2010, focalizzando l’attenzione sulla fase formativa degli arbitri/assistenti del futuro.

L’assistente Ciro Lauro ha avuto l’onore e l’onere di rappresentare la sezione di Castellammare di Stabia. “Vivere quest’esperienza è un’opportunità unica, un’occasione di crescita umana ma soprattutto di formazione tecnica per poter raggiungere i propri obiettivi con una maggiore consapevolezza e avere tutti gli elementi per fare sempre meglio, superando i propri limiti e migliorarsi.”

Ad accogliere i ragazzi presenti è stato il Responsabile del Settore Tecnico Matteo Trefoloni “Congratulazioni per aver meritato di essere qui, ora è il momento di porsi degli obiettivi e provare a realizzarli. Sfruttate questi giorni per mettervi in gioco senza paura e uscire da qui con una maggiore convinzione e determinazione.”

 In seguito, è intervenuta la Responsabile del Modulo "Talent e Mentor Programme UEFA Referee Convention”, Valentina Garoffolo, che ha presentato ai 60 assistenti presenti in aula il relativo progetto e si è soffermata sull’importanza dei Mentor come punto di riferimento per i giovani assistenti per una formazione completa.

Ospite d’onore al raduno, l’assistente internazionale Ciro Carbone che ha voluto incitare le giovani leve a tirar fuori le loro qualità e a dare sempre il massimo, accettando anche gli errori e lavorando sempre più duramente per poter superare i propri limiti.

I lavori sono proseguiti prima con lo svolgimento dei quiz tecnici, per poi continuare con un lavoro specifico sul Teamwork con relatore Renato Faverani e in seguito Gianluca Vuoto ha trattato il tema del “fuorigioco” con spiegazioni e classificazione in famiglie della varie tipologie dell’infrazione della regola 11.

La prima giornata si è conclusa con i video quiz e con un confronto di gruppo per analisi dei video proposti.

Domenica mattina tutti in campo per i test atletici e diverse esercitazioni tattiche sull’allineamento, stile di corsa e delle segnalazioni.

Gli assistenti sono tornati in aula per l’ultima volta per la correzione dei video quiz e poi il Vice Presidente dell’Aia Duccio Baglioni è intervenuto per ribadire la volontà dell’associazione di combattere gli episodi di violenza contro gli arbitri sempre con più decisione per dare una risposta significativa a tutto il movimento e non tollerare più simili accadimenti.

Il raduno si è concluso con il pranzo e la visita al museo del calcio di Cupertino.

 

Venerdì, 30 Settembre 2022 10:51

Circolare n.1 2022/23 - Calcio a 5

Scritto da

Si trasmette in allegato la Circolare n°1 con modifiche al regolamento in corso.

Sezione di Castellammare di Stabia

A cura di Camillo Amarante

Arbitri e osservatori della Sezione AIA di Castellammare di Stabia, inquadrati all’Organo Tecnico Sezionale, l’11 settembre hanno svolto il raduno precampionato. Un momento importante di aggregazione ma soprattutto di crescita tecnico / tattica, in vista dei primi impegni stagionali.

La location dell’evento è stata il ‘Vesuvian Inn’ dove, una volta riuniti tutti i partecipanti, si è proceduto alla classica foto di rito. La platea si è poi diretta nella sala congressi, accolta dal Presidente di Sezione Giuseppe Scarica, che ha presentato la sua ‘squadra’: i Vicepresidenti Francesco D’Apice e Francesco Dell’Amura, il Responsabile del Calcio a 5 Aniello Sorrentino ed i Responsabili degli osservatori Antonio Pace ed Oreste Alfano. Presente per il Comitato Regionale della Campania il Componente Giuseppe Minichino.

Lo stage è poi entrato nel vivo con il Componente del Settore Tecnico dell’AIA Angelo Cappelli della Sezione di Battipaglia, che ha illustrato e spiegato la consueta Circolare n.1, contenente le ultime modifiche apportate dall’IFAB al Regolamento del calcio, e somministrato i quiz tecnici.

Nel suo intervento Rodolfo Di Vuolo, assistente di Serie A, ha intrattenuto la platea focalizzando l’attenzione sulle precisazioni sul fuorigioco, con esempi video sulla differenza tra deviazione e giocata.

E’ stata poi la volta del Vicepresidente D’Apice, che con l’ausilio di svariati filmati ha parlato ai giovani fischietti del giusto spostamento sul campo e sul posizionamento da assumere nelle varie riprese di gioco.

Prima della pausa pranzo hanno raggiunto il raduno i familiari di Lino Russo, associato scomparso lo scorso anno, per omaggiargli un momento di raccoglimento. In questo frangente ha preso la parola il Presidente Onorario Sezionale Catello Buonocore, che ha ricordato Lino soprattutto per la sua disponibilità e la sua passione per l’arbitraggio.

Dopo il pranzo in tre aule diverse si sono radunati gli associati del calcio a 5, gli osservatori e gli arbitri del calcio ‘a 11’. Gruppi seguiti dagli Organi Tecnici di riferimento che hanno impartito loro le varie direttive tecnico - comportamentali.

Prima di chiudere i lavori, nuovamente in plenaria gli associati hanno ricevuto le ultime indicazioni tecnico -tattiche dal Vicepresidente D’Apice, coadiuvato dal neo Collaboratore Sezionale Michele Somma, mediante la visione di altri video ritraenti varie situazioni di gioco.

Lunedì, 05 Settembre 2022 11:54

Al via le iscrizioni al corso arbitri

Scritto da

La sezione di Castellammare apre le iscrizioni per ragazzi e ragazze dai 14 anni

La sezione arbitri di Castellammare di Stabia è impegnata in questi giorni con il reclutamento per il nuovo corso arbitri per la stagione sportiva 2022/2023.

La locale sezione è da anni è un punto di riferimento per il territorio, forte di una sinergia e un rapporto di collaborazione con gli istituti scolastici e con numerose iniziative di pubblicizzazione del movimento arbitrale anche nei comuni limitrofi.

Il reclutamento procede spedito senza sosta, con gli associati impegnati a far conoscere la realtà arbitrale ai giovani attraverso un contatto diretto con l’obiettivo di accoglierli nella famiglia arbitrale stabiese.

Il corso è completamente gratuito e possono iscriversi uomini e donne di età compresa tra i 14 e i 40 anni, con la possibilità anche del doppio tesseramento “arbitro-calciatore” fino ai 18 anni, una possibilità per avvicinarsi al mondo arbitrale per atleti che già vivono il calcio da un’altra prospettiva.

Gli aspiranti arbitri inizieranno le lezioni in aula nel mese di ottobre come di consueto e alla fine sosterranno una prova d’esame scritta ed orale sul Regolamento del Gioco del Calcio. Con il superamento dell’esame si diventa ufficialmente Arbitro, e dopo il superamento dei test di idoneità atletica si inizierà a scendere in campo da subito.  Sarà fornita gratuitamente la divisa ufficiale Legea e per ogni gara spetta un rimborso spese.

Il corso Arbitri è riconosciuto anche per i crediti formativi scolastici.

Diventare Arbitro permetterà di ricevere la Tessera Federale personale per accedere gratuitamente agli stadi e per assistere alle gare organizzate dalla FIGC su tutto il territorio nazionale.

Nelle prime gare i nuovi Arbitri saranno accompagnati da un Tutor che li aiuterà per il disbrigo delle pratiche burocratiche pre gara nonché per la parte referendaria del post gara.

Gli allenamenti si svolgeranno al polo sezionale con un preparatore atletico.

 

COME ISCRIVERSI

Per iscriversi occorre scaricare il modulo al seguente link

www.aia-figc.it/diventarbitro/ (per maggiorenni o per minorenni) e consegnarlo direttamente in Sezione, sita in Viale Europa 144 – Castellammare di Stabia (NA), aperta lunedí e giovedì dalle 19:00 alle 20:30

Oppure inviare la documentazione tramite email all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Per restare aggiornato su tutte le novità seguici sul nostro sito www.aiacastellammare.it e sui social

Facebook: https://www.facebook.com/aiacastellammare

Instragram: https://www.instagram.com/aiacastellammare/?hl=it                  

 

A cura di Camillo Amarante

E’ una svolta epocale. Arbitri e assistenti che dirigeranno partite del Settore Giovanile e della Lega Nazionale Dilettanti a livello regionale e provinciale avranno un acconto a copertura delle spese da sostenere nelle loro prime due gare. Il Comitato Nazionale dell’Aia raccogliendo il malessere di tanti e tante giovani arbitri in difficoltà nel dover anticipare i soldi delle trasferte o, peggio ancora, costretti per questo motivo a non poter coltivare la loro passione, aveva proposto alla Federazione questa clamorosa novità. Un’idea che è cresciuta giorno dopo giorno arrivando finalmente ad una definitiva realizzazione. Un altro segnale di quanto il Comitato Nazionale sia attento a quelle che sono le problematiche dei propri associati. In particolare, dei più giovani.

Il Presidente dell’AIA Alfredo Trentalange ha osservato che: “Il raggiungimento di questo importantissimo obbiettivo, dimostra che quando si lavora in rete si possono ottenere risultati sorprendenti, pertanto, ringrazio chi ha avuto l’idea, chi l’ha condivisa e chi ha lavorato per realizzarla. Ringrazio anche il Presidente della Federazione Giuoco Calcio Gabriele Gravina e tutto il suo staff”.

L’acconto andrà a copertura dei gettoni gara delle prime due partite di ogni arbitro nelle varie competizioni. Questo permetterà ai giovani e alle giovani associate di non dover anticipare le spese in attesa della liquidazione dei rimborsi gara. L’importo che verrà assicurato sarà pari a 100 euro per ogni singolo associato nelle prime due gare di Campionato o di Coppa.

(Nella foto il Presidente Alfredo Trentalange, il Vice Duccio Baglioni ed il Comitato Nazionale dell'AIA)

 

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

 

A cura di Camillo Amarante

 

Termina un’altra stagione sportiva, quella 2021/2022, per gli arbitri della sezione di Castellammare di Stabia guidata dal presidente Giuseppe Scarica.

 

 Una stagione che vede raccogliere grandi soddisfazioni alla sezione stabiese che, vedrà ben quattro associati promossi alla Commissione Arbitri di serie  D: l’Arbitro Nicola Valcaccia e gli assistenti Camillo Amarante, Davide Eliso e Vincenzo Ferrara che andranno ad aggiungersi ai confermati Raffaele Gallo, Antonio Liotta, Michele Coppola, Domenico Mascolo e Francesco Longobardi, tutti confermati nell’organico di serie D.

 

Per tutti loro è stato un campionato esaltante durante il quale sono riusciti a brillare mettendo in mostra il loro talento e raccogliendo i frutti del duro lavoro svolto durante tutto l’arco del campionato. Significativo il loro impiego nelle fasi più delicate dei playoff regionali.

 

La sezione stabiese vanterà anche l’anno prossimo un assistente arbitrale in serie A, Rodolfo Di Vuolo, mentre spetterà a Francesco Carrione e Giuseppe Cesarano, portare in alto i colori stabiesi nel difficile campionato di Serie C.

 

Salutano, invece, l’organico di CAN C Marco Acanfora e Michele Somma per limiti di permanenza dopo aver portato con orgoglio il nome della sezione di Castellammare in tutta Italia. Ritenuti, rispettivamente, arbitro e assistente di assoluta affidabilità hanno diretto gare di cartello durante il campionato arrivando a dirigere match cruciali anche per l’andamento dei playoff e play out di categoria.

 

Anche la Can5 ha visto primeggiare gli arbitri stabiesi con i debutti alla categoria superiore di Raffaele Buonocore, Rosario Faiella, Liberato Schettino, Bartolomeo Santarpia e Bruno Barbato.

 

Un anno impegnativo ma ricco di appuntamenti quello della sezione stabiese a settembre,  si è tenuto il primo raduno OTS presso l’Hotel dei Congressi di Castellammare di Stabia che ha visto impegnati anche gli arbitri ed osservatori impegnati nei campionati giovanili. Il corso arbitri ha visto entrare nella famiglia di fischietti stabiesi 39 neo arbitri, tutti giovanissimi, la maggior parte dei quali ha già debuttato nei campionati provinciali.

 

Un lavoro sinergico portato avanti dal consiglio sezionale con l’esperienza di Oreste Alfano, Franco Dell’Amura, Antonio Pace, Nello Sorrentino e Francesco D’apice, con il supporto degli organi tecnici regionali, Vincenzo Di Maio e Giuseppe Minichino e con l’aiuto delle istituzioni locali, in particolare il comune di Santa Maria la Carità, che ha messo a disposizione degli arbitri l’impianto sportivo comunale per gli allenamenti.

 

Da oggi, la sezione si concentra sulla programmazione della prossima stagione che vedrà il raggiungimento del traguardo dei 90 anni di attività sul territorio. Novanta anni passati a formare giovani e meno giovani, al rispetto del regole e del prossimo che ne fanno una delle associazioni più longeve del territorio stabiese.

Back to Top