Lunedì, 31 Ottobre 2022 15:02

L’assistente Ciro Lauro a Coverciano per il raduno Talent & Mentor In evidenza

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

A cura di Camillo Amarante

 

Nelle giornate di sabato 29 e domenica 30 ottobre si è tenuto a Coverciano il raduno “Talent & Mentor” per gli assistenti arbitrali. Un progetto ideato, supportato e coordinato dalla UEFA. L’Associazione Italiana Arbitri ha aderito al programma a partire dalla Stagione Sportiva 2009-2010, focalizzando l’attenzione sulla fase formativa degli arbitri/assistenti del futuro.

L’assistente Ciro Lauro ha avuto l’onore e l’onere di rappresentare la sezione di Castellammare di Stabia. “Vivere quest’esperienza è un’opportunità unica, un’occasione di crescita umana ma soprattutto di formazione tecnica per poter raggiungere i propri obiettivi con una maggiore consapevolezza e avere tutti gli elementi per fare sempre meglio, superando i propri limiti e migliorarsi.”

Ad accogliere i ragazzi presenti è stato il Responsabile del Settore Tecnico Matteo Trefoloni “Congratulazioni per aver meritato di essere qui, ora è il momento di porsi degli obiettivi e provare a realizzarli. Sfruttate questi giorni per mettervi in gioco senza paura e uscire da qui con una maggiore convinzione e determinazione.”

 In seguito, è intervenuta la Responsabile del Modulo "Talent e Mentor Programme UEFA Referee Convention”, Valentina Garoffolo, che ha presentato ai 60 assistenti presenti in aula il relativo progetto e si è soffermata sull’importanza dei Mentor come punto di riferimento per i giovani assistenti per una formazione completa.

Ospite d’onore al raduno, l’assistente internazionale Ciro Carbone che ha voluto incitare le giovani leve a tirar fuori le loro qualità e a dare sempre il massimo, accettando anche gli errori e lavorando sempre più duramente per poter superare i propri limiti.

I lavori sono proseguiti prima con lo svolgimento dei quiz tecnici, per poi continuare con un lavoro specifico sul Teamwork con relatore Renato Faverani e in seguito Gianluca Vuoto ha trattato il tema del “fuorigioco” con spiegazioni e classificazione in famiglie della varie tipologie dell’infrazione della regola 11.

La prima giornata si è conclusa con i video quiz e con un confronto di gruppo per analisi dei video proposti.

Domenica mattina tutti in campo per i test atletici e diverse esercitazioni tattiche sull’allineamento, stile di corsa e delle segnalazioni.

Gli assistenti sono tornati in aula per l’ultima volta per la correzione dei video quiz e poi il Vice Presidente dell’Aia Duccio Baglioni è intervenuto per ribadire la volontà dell’associazione di combattere gli episodi di violenza contro gli arbitri sempre con più decisione per dare una risposta significativa a tutto il movimento e non tollerare più simili accadimenti.

Il raduno si è concluso con il pranzo e la visita al museo del calcio di Cupertino.

 

Letto 51 volte Ultima modifica il Lunedì, 07 Novembre 2022 21:01
Back to Top